venerdì 19 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Risposta esemplare di López Obrador al cantante che gli ha augurato la morte

lopez-obrador-cespedez-500x308
Città del Messico, 19 giu (Prensa Latina) Il presidente del Messico, Andrés Manuel López Obrador, ha dato oggi una risposta esemplare ad un cantante che gli augurava la morte, ed ha concluso con una canzone di Silvio Rodríguez: Non ho mai creduto che nessuno mi odi.

Nella sua conferenza stampa mattutina, quando stava per concludersi, il presidente ha fatto riferimento ad alcune dichiarazioni insultanti del cantautore nazionalizzato messicano di origini cubane, Francisco Céspedes, che gli ha augurato la morte, tra l’altro, per aver ricevuto il presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, e dagli il trattamento che merita.
“Sapete che così come ci sono persone che non mi amano, ce ne sono altre che mi amano molto”. “È normale e di più quando si compie un processo di trasformazione come quello che stiamo portando avanti in questo momento”, ha spiegato.
“Allora, il cantante Francisco Céspedes, che ha fatto sapere che non era d’accordo con me, mi ha augurato la morte”. “Quello che voglio dire è che non dobbiamo augurare il male a nessuno e che non sento nessuna offesa da parte sua e chiedo a tutti di rispettare il suo punto di vista anche quando è estremo”.
L’ho detto tante volte, ha proseguito, che non sono favorevole alla legge del taglione occhio per occhio dente per dente perché finiremmo ciechi e senza denti. Sono a favore di ciò che è stato scritto prima e dopo nel Nuovo Testamento di non rispondere alla violenza con la violenza e di capire che quelli di destra in Messico e nel mondo sono gente di cattivo umore.

Ig/lma

#messico #Andrés Manuel López Obrador #Silvio Rodríguez #Francisco Céspedes #cuba

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE