sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Lula ha descritto le richieste dell’UE per un accordo con Mercosur come una minaccia

lula-3
Parigi, 23 giu (Prensa Latina) Il presidente brasiliano, Luiz Inácio Lula da Silva, ha descritto oggi come una minaccia le richieste dell'Unione Europea (UE) di finalizzare l'accordo con il Mercato Comune del Sud (Mercosur).

Intervenuto al Summit sul Nuovo Patto di Finanziamento Globale, seduto accanto al suo omologo francese, Emmanuel Macron, l’ex sindacalista ha alluso a disposizioni che prevedono sanzioni, ritenute dure dal governo brasiliano, in caso di mancato rispetto degli obblighi da parte dei paesi partecipanti.
“Non vedo l’ora di raggiungere un accordo con l’Unione Europea. Ma non è possibile, la lettera aggiuntiva fatta dall’Unione Europea non consente di raggiungere un accordo. Daremo il nostro parere ed invieremo la risposta, ma dobbiamo iniziare a discutere”, ha detto.
Ha insistito sul fatto che “non è possibile che abbiamo un’associazione strategica, e c’è una lettera aggiuntiva che minaccia un partner strategico”.
L’accordo tra i due blocchi è negoziato dal 1999. Nel 2019 si sono concluse le trattative commerciali e due anni dopo quelle relative agli aspetti politici e di cooperazione.
Da allora il patto è in fase di revisione da firmare e la politica ambientale dell’amministrazione dell’ex presidente Jair Bolsonaro, che ha comportato un aumento della deforestazione, ha reso difficili le trattative.
L’UE ha inviato al Mercosur un documento con “strumenti aggiuntivi” da associare all’accordo. Sono queste aggiunte che Lula ha definito una minaccia.
Una di queste fa riferimento alla legge approvata dal Consiglio Europeo lo scorso maggio, che vieta l’importazione di prodotti provenienti da aree disboscate dopo il 2020, oltre a stabilire l’applicazione di sanzioni pecuniarie.
Il ministero brasiliano delle relazioni estere sta negoziando con gli altri membri del Mercosur per presentare una controproposta.
Inoltre, nel suo intervento, in cui ha affrontato la disuguaglianza e la fame, Lula ha difeso ancora una volta la creazione di una moneta alternativa in modo che i paesi coinvolti in una transazione commerciale senza la partecipazione degli Stati Uniti non debbano dipendere dal dollaro.

Ig/ocs

#brasile #vertice finanziario globale #francia #Luiz Inácio Lula da Silva #mercosur #patto #UE

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE