giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il presidente di Cuba ricorda l’eredità di Salvador Allende

L'Avana, 26 giu (Prensa Latina) Il presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, ha ricordato oggi il 115° anniversario della nascita del leader cileno, Salvador Allende, che ha definito un rivoluzionario risoluto, un esempio di dignità e coraggio.

Díaz-Canel ha sottolineato sul suo account di Twitter che Allende era un grande amico di Cuba e del leader storico della Rivoluzione della nazione caraibica, Fidel Castro.
Da parte sua, il membro dell’Ufficio Politico e Segretario dell’Organizzazione del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba (PCC), Roberto Morales, ha sottolineato sullo stesso social network che l’eredità dell’ex presidente cileno è più viva che mai.
Allo stesso tempo, ha ricordato la frase iconica di Allende: “La storia è nostra e la fanno le persone”, ha detto nel suo ultimo discorso a Radio Magallanes, dopo il golpe di stato di Augusto Pinochet, l’11 settembre 1973.
Allende, che divenne il primo presidente socialista del Cile, dedicò tutta la sua vita alle lotte sociali ed a favore dei più umili di questo paese sudamericano.
È stato presidente della Federazione degli Studenti, medico, rappresentante e senatore della Repubblica, Ministro della Salute, fondatore e segretario generale del Partito Socialista del Cile, fondatore e presidente dell’Associazione dei Medici Cileni, e candidato quattro volte, fino a vincere la presidenza nel 1970, con l’Unità Popolare.

Ig/mpp

#Salvador Allende #cuba #Miguel Díaz Canel #cile #anniversario

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE