martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba senza impunità per i crimini, dicono funzionari di polizia

PNR-1
L'Avana, 27 giu (Prensa Latina) A Cuba non c'è impunità per atti criminali, affermano le forze dell'ordine, negando la veridicità di presunti atti violenti diffusi sui social network, tra cui assalti armati contro autobus ed ospedali, nonché aggressioni e sequestri di minorenni, che hanno attribuito alla guerra mediatica promossa contro Cuba dall'estero, e con ciò si cerca di dare l'immagine di uno stato fallito.

Secondo il colonnello Hugo Morales, capo della Brigata di Pattuglia, della Direzione Generale della Polizia Rivoluzionaria Nazionale (PNR), “ci sono persone che postano senza scrupoli informazioni non verificate sui social network e generano il panico tra la popolazione”.
Da parte sua, il colonnello Manuel Valdés, capo dell’Organo di Confronto, della Direzione Tecnica delle Indagini (DTI), ha sottolineato che tutti gli atti illegali denunciati nel paese sono indagati e la maggior parte dei casi ha avuto una rapida risposta, con l’arresto dei responsabili in 48 ore.
Ha spiegato che oltre il 90% dei reati che comportano l’uso di armi da fuoco sono risolti, così come il 98% di quelli che comportano la morte di una persona, e questi, ha precisato, non si prescrivono, quindi le inchieste si non si fermeranno fino a quando non viene risolto il caso.
Di fronte alle accuse infondate di impunità, il colonnello Morales ha sottolineato che sono false ed ha assicurato che queste forze lavorano, insieme alla popolazione, per fornire protezione e garanzie di sicurezza alla cittadinanza, con il rafforzamento permanente del sistema di sorveglianza e pattugliamento.

Ig/evm

#cuba #crimini #senza impunità #polizia

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE