sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La mutilazione del diario di un prete è considerata vergognosa in Bolivia

padre-pica
La Paz, 28 giu (Prensa Latina) Il portavoce degli ex alunni del collegio Juan XXII di Cochabamba, in Bolivia, Hilarión Valdivieso, ha definito oggi "vergognosa" da parte della chiesa cattolica la mutilazione del diario del sacerdote pedofilo Alfonso Pedrajas (alias Poica).

Valdivieso ha commentato al canale di stato Bolivia TV che, secondo la procura, nel taccuino consegnato dall’Ordine di Gesù al Pubblico Ministero mancano le pagine da 2 a 32, oltre a presentare righe e paragrafi cancellati, in modo tale che sono illeggibili.
Ieri, la direttrice dell’unità specializzata per i crimini di genere e minorili, Daniela Cáceres, ha rivelato che nel caso del gesuita Pica Pedrajas, la rappresentanza di questa compagnia in Bolivia ha consegnato il diario del religioso defunto incompleto e cancellato, in una busta sigillata.
“La busta sigillata è stata presentata alla procura dipartimentale di Cochabamba e durante l’apertura, attraverso il verbale, la procura ha dimostrato che il diario non è completo, mancano delle pagine, e ci sono anche settori cancellati”, ha detto Cáceres in una conferenza stampa.
Ha riferito che il Pubblico Ministero si aspetta di ricevere dalla Spagna, ufficialmente e attraverso la cooperazione internazionale, il diario completo del pedofilo religioso morto nel 2009, dove sono documentati almeno 85 reati sessuali commessi in America Latina, la maggior parte dei quali in Bolivia.
Ha anche descritto che finora l’ufficio del procuratore sta indagando su 17 casi simili in diversi dipartimenti del paese andino-amazzonico, in cui sono coinvolte 35 persone.
Due delle 35 persone indagate per pedofilia appartengono alla chiesa cattolica e sono in custodia cautelare nel dipartimento di Tarijeño.

Ig/jpm

#bolivia #sacerdote pedofilo #Alfonso Pedrajas #mutilazione del diario #spagna

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE