domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Presidentessa del Perù compie sette mesi in carica con un alto rifiuto

Lima, 7 lug (Prensa Latina) La presidente peruviana Dina Boluarte ha compiuto oggi sette mesi di mandato con una massiccia disapprovazione per la sua gestione ratificata da un’inchiesta e mentre si stanno preparando nuove proteste contro di lei.

Il sondaggio dell’azienda Datum indica che il rifiuto della presidentessa ha raggiunto il 77%, con un consenso del 15%.

Il parere negativo sale al 92% nel sud del paese, teatro principale delle grandi proteste scatenate dopo che, il 7 dicembre 2022, è diventata la succeditrice del presidente imprigionato e spodestato, Pedro Castillo.

Le proteste sono durate fino al marzo scorso, con un alto bilancio di circa 70 morti, la stragrande maggioranza dei quali erano civili uccisi durante le manifestazioni; organizzazioni nazionali, internazionali e sociali hanno denunciato gravi violazioni dei diritti umani commesse dalla polizia e dai militari.

Tali eventi sono oggetto di indagini da parte del Pubblico Ministero, nonostante non abbia comunicato ancora i risultati e la stragrande maggioranza delle regioni peruviane sta preparando un’ondata di 10 giorni di proteste a livello nazionale, a partire dal prossimo 19 luglio.

Come nelle precedenti manifestazioni contro il governo, il popolo esige le dimissioni di Boluarte, nuove elezioni presidenziali e legislative ed un’assemblea costituente.

Il portavoce del partito progressista Perù Libre, Flavio Cruz, ha criticato l’Esecutivo per non aver fatto proposte politiche prima della mobilitazione ed aver invece fatto appello a preparativi repressivi.

In un recente intervento, la presidentessa Boluarte, davanti agli annunci di nuove proteste, ha chiesto ai promotori “Quanti morti volete ancora?”, provocando l’indignazione dei leader sociali e dei partiti di opposizione, davanti alla chiara minaccia di una dura repressione.

Ig/mrs

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE