martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Silenzio e speranza, verso l’opera del pittore cubano

Expo-La-memoria-de-los-borrados-768x576
L'Avana, 13 lug (Prensa Latina) La retrospettiva "La memoria dei cancellati", al Museo Nazionale di Belle Arti, dedicata al centenario del pittore cubano Servando Cabrera, costituisce uno dei Percorsi Speciali che inondano le istituzioni di questa capitale.

Una visita odierna alla mostra è tra le attrazioni che questo progetto estivo dell’Ufficio dello Storico della Città de L’Avana (OHCH) ha organizzato per i mesi di luglio e agosto, questa volta lungo il percorso di Servando Cabrera Moreno, considerato uno dei più importanti artisti plastici.
Cabrera è autore di oltre 130 dipinti tra cui ritratti a carboncino, dipinti ad olio, incisioni ed altre tecniche.
Il Percorso Speciale di questo giovedì avrà una presentazione della vicedirettrice del Museo della Biblioteca che porta il nome dell’artista, Rosemary Rodríguez, esperta della sua vita e del suo lavoro.
Un creatore prolifico, proveniente dall’accademia, da cui poi si è staccato per rompere gradualmente con i canoni eruditi, questo è stato Cabrera, anche se i suoi studi sono stati alla Scuola di Belle Arti di San Alejandro, ha sottolineato l’esperta qualche mese fa nel I Conferenza Internazionale sul Patrimonio.
Cabrera si è nutrito della linfa di Pablo Picasso, ha aggiunto la specialista, che ha costituito la maggiore influenza sul suo lavoro.
Attraverso tutte le sue fasi creative, questo artista ha navigato sotto l’influenza del Picasso dei periodi blu, rosa e neoclassico, ha viaggiato attraverso Spagna, Italia e Grecia, ha visitato per la prima volta Messico ed America Centrale, e lì si è conclusa la sua produzione.

Ig/dpm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE