mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Dal Sud chiedono a Bruxelles una giusta transizione ecologica

bruselas2-768x576
Bruxelles, 14 lug (Prensa Latina) Attivisti ambientalisti dell'America Latina hanno chiesto oggi nella capitale una giusta transizione ecologica con un focus sociale, intervenendo nell'ultima giornata di un forum sulla società civile organizzato dall'Unione Europea (UE).

“Per chi è la transizione ecologica?” si è chiesto in più di un’occasione all’evento UE-America Latina e Caraibi, partner per il cambiamento, la giovane brasiliana Txai Suruí, nota protettrice dell’Amazzonia e dei diritti dei popoli indigeni.
Le sue parole al panel “Transición verde y social justa en América Latina, el Caribe y la UE” sono state contundenti, con un invito a lasciarsi alle spalle il discorso paternalistico ed escludente dei grandi inquinatori e dell’inerzia climatica.
Txai ha chiesto che gli indigeni abbiano voce nei vari meccanismi e si siedano al tavolo delle trattative.
Siamo il 5% della popolazione mondiale, eppure proteggiamo il 30% della biodiversità, ha affermato l’attivista, che ha denunciato il pericolo di morte che corrono le persone che difendono questa causa.
È necessario garantire che restiamo in vita, ha ammonito in un commosso discorso alla Maison de la Poste, dove ha ricordato che i popoli indigeni si prendono cura del pianeta da migliaia di anni.
L’attivista per il clima ha insistito sul fatto che la collaborazione UE-America Latina deve riconoscere le differenze e le esigenze delle parti su entrambe le sponde dell’Atlantico per avere successo.
A questo proposito, ha esortato a promuovere progetti di transizione ecologica incentrati sul benessere umano, la creazione di posti di lavoro a lungo termine e la riduzione della povertà.

Ig/wmr

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE