mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Bolivia ribadisce il rifiuto del bloqueo statunitense contro Cuba

La Paz, 19 lug (Prensa Latina) La richiesta che gli Stati Uniti cessino il bloqueo economico, commerciale e finanziario contro Cuba acquista oggi maggiore risonanza in Bolivia, in attesa del ritorno da Bruxelles del presidente, Luis Arce.

Ieri, alla chiusura del Forum dei Popoli, nella capitale del Belgio, il presidente boliviano ha respinto e condannato le rappresaglie imposte dagli Stati Uniti contro Cuba e Venezuela.
“(…) Condanneremo sempre le sanzioni contro le nostre nazioni sorelle, sono tanti anni di critiche per un terribile assedio economico e finanziario contro la nostra sorella Cuba, contro nostro fratello Venezuela”, ha assicurato.
Il dignitario boliviano ha deplorato tutti i tipi di sanzioni economiche contro i paesi, a causa dell’impatto che hanno sulla popolazione, soprattutto sui settori più vulnerabili.
“Il governante non è sanzionato, un’idea non è sanzionata, il popolo è sanzionato. Quando si fanno questi tipi di sanzioni, ci sono ragazze e ragazzi che non mangiano nei nostri paesi -ha criticato-, quando i nostri paesi vengono sanzionati ci sono persone che cadono sempre più nel cerchio della povertà”.
Ha aggiunto che l’unica cosa che cerca questa punizione di interi popoli è dimostrare la forza di un’egemonia, però fortunatamente, a poco a poco “si vede felicemente che il mondo cambia e comincia a condannare, a criticare”.
“Pertanto -ha insistito Arce-, in linea con la visione che abbiamo dalla Bolivia e dal nostro popolo boliviano, veniamo qui molto felici alla cerimonia di chiusura del Forum dei Popoli, un vertice che ha generato dibattiti, idee, come ha detto il Comandante Fidel, “una tormenta di idee”.

Ig/jpm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE