lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Si svolgono marce di opposizione con alcuni incidenti in Perù

Lima, 19 lug (Prensa Latina) Sono iniziate normalmente oggi in diverse città, anche se con maggior vigore, blocchi stradali e qualche incidente nell'interno del paese, le marce per chiedere le dimissioni della presidentessa peruviana de facto, Dina Boluarte, e nuove elezioni.

Fonti regionali hanno confermato che la Giornata Nazionale di Lotta, convocata da un coordinatore di organizzazioni sociali, si è svolta con marce nella città andina meridionale di Cusco, dove l’esercito ha preso il controllo dell’aeroporto della più grande piazza turistica del paese ed ha provveduto a scortare gruppi di visitatori stranieri.
La cosiddetta Giornata Nazionale di Lotta è stata sentita in misura maggiore nella regione di Puno, caratterizzata dall’autonomia delle sue organizzazioni a base comunitaria e baluardo delle proteste svoltesi tra dicembre e marzo scorsi.
Le radio locali hanno riferito che le province a popolazione aymara, nel sud della regione, hanno interrotto i lavori ed annunciato che domani bloccheranno il ponte internazionale Desaguadero, tra Perù e Bolivia.
Il rapporto aggiunge che nell’omonima capitale Puno e nella vicina Juliaca si stanno svolgendo cortei molto affollati che proseguiranno nei prossimi giorni e hanno chiuso i sei mercati della città, mentre la polizia ha preso il controllo dell’aeroporto locale.
Un imponente comizio indetto nella città di Huancavelicae, che si stava svolgendo pacificamente nella piazza principale della città, è stato disperso con gas lacrimogeni dalla polizia.
D’altra parte, ci sono stati posti di blocco nella regione settentrionale di Ancash e nella provincia di Pativilca, nel nord della regione di Lima.

Ig/mrs

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE