mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’impatto dell’origine di Fidel Castro a Cuba

L'Avana, 4 ago (Prensa Latina) Birán, comune di Cueto nella provincia cubana orientale di Holguín, è attualmente estremamente attraente per cubani e stranieri, una fattoria trasformata in museo, dove il leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, è nato.

Dopo la sua morte, avvenuta il 25 novembre 2016, l’interesse di molte persone è cresciuto per raggiungere detto sito, luogo di nascita del Comandante, il 13 agosto 1926.

Coloro che arrivano sul posto ricevono spiegazioni dal capo del dipartimento di storia e museologia, principale specialista di detto museo e master in conservazione e restauro, Yosbani Rodríguez.

L’esperto ha sottolineato che il museo è stato aperto nel 2002, e fa parte della grande tenuta creata da Ángel Castro, il padre del leader, nato in Galizia, in Spagna, nel 1875.

Ángel viaggiò a Cuba come soldato spagnolo durante la guerra di liberazione del paese dalla metropoli, poi tornò come immigrato nel 1915, quando acquistò la terra con i risparmi e con l’aiuto di un amico di nome Fidel.

Perciò, quando battezzò uno dei suoi figli, gli diede questo nome. Ángel Castro non disponeva di risorse economiche sufficienti, così formò a poco a poco la fattoria: macelleria, posta e telegrafo, bar con biliardo, panificio, pasticceria, cinema, importante congiunto di attività commerciali.

L’azienda agricola raggiungeva i 13.000 ettari di terreno, dove la più grande attività era la canna da zucchero, il legno ed il bestiame.
Il museo presenta diverse case che costituiscono la storia del luogo, la casa che fu costruita per Fidel e non venne mai vissuta, ed altri edifici. Questo congiunto di Birán arrivò ad avere 27 edifici, ma attualmente ce ne sono solo 11, di cui nove originali.

Una media di 100 persone passa ogni giorno attraverso questo museo e complesso, una cifra che a volte sale a 500, e alcuni giorni fino a 1.500 persone vengono a visitare Birán, sia cubani che stranieri, anche se in questi giorni ce ne sono molti di più.

Ig/rfc

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE