sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Fidel Castro: gli Stati Uniti promuovono la distruzione e la morte in tutto il mondo

L'Avana, 9 ago (Prensa Latina) Le ripetute denunce del leader storico della Rivoluzione a Cuba, Fidel Castro, sul lancio di bombe atomiche nelle città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki, sono state ricordate oggi dai politici dell'isola caraibica. Sul suo profilo Twitter, il ministro delle Relazioni Internazionali, Bruno Rodríguez, ha ricordato le denunce di Fidel Castro sul ruolo del potere imperiale come promotore di distruzione e morte nel mondo.

“Gli Stati Uniti non hanno solo sganciato le bombe contro queste città civili”; hanno anche condotto “guerre imperiali come quelle promosse in Vietnam, Iraq, Afghanistan, Pakistan e altri paesi situati a migliaia di chilometri di distanza in cui sono morte milioni di persone”.

“È il più grande produttore e detentore di armi di distruzione di massa, comprese armi nucleari, chimiche e biologiche”, ha detto il comandante in capo Fidel Castro, parlando dei successivi governi degli Stati Uniti.

Da parte sua, il Segretario dell’Organizzazione del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba, Roberto Morales, ha affermato, nello stesso social network, che le bombe atomiche sganciate su Hiroshima e Nagasaki dal governo degli Stati Uniti il 6 e 9 agosto 1945, che le loro conseguenze e le centinaia di migliaia di vittime innocenti sono un appello alla pace internazionale ed al disarmo atomico.

Ig/lld

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE