mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

In Honduras hanno chiesto la fine del bloqueo statunitense contro Cuba

FOTO-HONDURAS-SOLIDARIDAD-CON-CUBA-CLAUSURA
Tegucigalpa, 14 ago (Prensa Latina) Per tre giorni i movimenti di solidarietà dell'America Latina e dei Caraibi hanno alzato la voce ed hanno chiesto la fine del bloqueo degli Stati Uniti contro Cuba, norma che oggi impedisce lo sviluppo dell'isola.

La rivendicazione faceva parte del III Incontro di Solidarietà Centroamericana con Cuba, che è stato descritto come un successo ed ha dimostrato la combattività degli oltre 100 delegati a favore di Cuba e contro la misura unilaterale di Washington.
I partecipanti all’incontro interpellati da Prensa Latina hanno affermato che la riunione è stata l’occasione per concordare azioni e verificare cos’altro si può fare a difesa della maggiore delle Antille.
In tal senso, la dichiarazione finale approvata sottolinea, tra le altre azioni, la volontà di sostenere la nazione caraibica nella lotta contro l’assedio economico, commerciale e finanziario che dura da più di sessant’anni.
Hanno chiesto l’esclusione di Cuba dalla lista dei paesi che sponsorizzano il terrorismo, una strategia che insieme al bloqueo cerca di soffocare l’economia e lo sviluppo della società cubana, violando le norme del diritto internazionale.
I rappresentanti di Costa Rica, Salvador, Guatemala, Nicaragua, Panama, Venezuela, Porto Rico, Messico e del paese ospitante hanno chiesto la restituzione del territorio occupato illegalmente dalla base militare statunitense di Guantanamo, contro la volontà del popolo e del governo cubani.
La giornata di chiusura si è svolta in Plaza Cuba nella capitale honduregna, dove hanno partecipato anche membri del governo della presidentessa Xiomara Castro.
La vicepresidentessa, Doris Gutiérrez, ha evidenziato la storia di solidarietà di Cuba e di Fidel Castro, che ha lottato così tanto per i poveri del mondo.
Da parte sua, il vice cancelliere e segretario internazionale del partito Libre al governo, Gerardo Torres, ha chiesto l’esclusione di Cuba dall’ingiusta lista di paesi che sponsorizzano il terrorismo, in cui non avrebbe mai dovuto entrare.

Ig/ybv

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE