mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La famiglia del candidato assassinato in Ecuador denuncerà Lasso

lasso
Quito, 18 ago (Prensa Latina) La famiglia di Fernando Villavicencio, candidato presidenziale assassinato il 9 agosto in Ecuador, ha annunciato oggi che sporgerà denuncia contro il presidente Guillermo Lasso per dolo.

Secondo l’avvocato della famiglia, Luis Fernández, denunciano lo Stato ecuadoriano per il reato di omicidio.
C’è stata un’omissione intenzionale da parte delle autorità e queste non hanno svolto il loro ruolo di garanti. Non hanno vegliato sulla vita di Villavicencio, nonostante le minacce contro di lui, ha denunciato Fernández.
Il giurista ed i parenti della vittima incolpano Lasso, il ministro dell’Interno, Juan Zapata, il comandante generale della polizia, Fausto Salinas ed il direttore dell’operazione di sicurezza di Villavicencio.
In risposta alla denuncia, il ministro Zapata ha ribadito che si tratta di un diritto della famiglia, che lo rispettino. E, a proposito di presunte inadempienze nelle procedure di polizia, il funzionario ha spiegato che è aperta un’indagine da parte della Direzione degli Affari Interni e fintanto che non verrà emesso questo rapporto, non possono pronunciarsi.
Il 15 agosto, Edison Carrillo, il candidato all’assemblea del movimento ecuadoriano Acción Movilizadora Independiente Generando Oportunidades, ha anche denunciato il presidente Lasso per il reato di omissione dolosa nell’omicidio di Villavicencio.

 

Ig/nta

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE