martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Luisa González, la candidata che cerca la rinascita dell’Ecuador

luisa-candidata
Quito, 18 ago (Prensa Latina) La candidata alla presidenza della Rivoluzione Cittadina (RC), Luisa González, offre all'Ecuador l'opportunità di “far risorgere la Patria” con proposte basate su sicurezza, lavoro e benessere.

Tra le proposte dell’unica donna tra le otto candidate alla guida dell’Esecutivo c’è quella di investire 500 milioni di dollari per rafforzare la forza pubblica in mezzo all’escalation della violenza e per recuperare istituzioni scomparse, come il Coordinamento del Ministero della Sicurezza.
L’ex membro dell’assemblea ed ex funzionaria del governo di Rafael Correa, ha anche affermato che promuoverà i lavori pubblici, soprattutto nell’edilizia e sulle strade, due settori che funzionano come grandi generatori di occupazione.
Indossando i distintivi occhiali bianchi e blu di questa campagna, González insiste sul fatto che molte delle azioni da attuare “le abbiamo già fatte” nel decennio vinto, dal 2007 al 2017, quando l’Ecuador era uno dei paesi più sicuri della regione e la crescita dell’economia offriva benessere sociale.
In un atto a Quito davanti a centinaia di suoi seguaci, ha sottolineato che avrà una “mano forte” contro la criminalità, ma ha precisato che il prossimo governo non può ridursi solo alla sicurezza.
Per far fronte alla crisi della violenza, ha anche auspicato il rafforzamento delle politiche in materia di istruzione, sanità, occupazione ed economia popolare e solidale.
In diverse occasioni ha affermato che l’ex presidente Correa sarà uno dei suoi principali consiglieri, anche se afferma che sarà lei a guidare l’Esecutivo.
Sebbene non fosse molto conosciuta prima della campagna, González ha esperienza nel servizio pubblico, avendo ricoperto diversi incarichi nei ministeri della produzione, del turismo, delle relazioni estere e del segretariato della pubblica amministrazione, tra gli altri.
L’avvocata 45enne ha due lauree magistrali, una in Senior Management dell’Istituto di studi nazionali superiori e un’altra in Economia internazionale e sviluppo dell’Università Complutense di Madrid.
Era una madre adolescente, si è diplomata al liceo a 23 anni ed all’università a 27, fatti con cui i suoi oppositori volevano attaccarla, ma i suoi seguaci assicurano che è un esempio di sacrificio e auto-miglioramento.
Se vincerà alle urne, sarà accompagnata come vicepresidente dall’economista Andrés Arauz, che ha affrontato il presidente Guillermo Lasso nella corsa del 2021 e ha perso al ballottaggio.
Il RC è arrivato a questa competizione elettorale come la principale forza politica del paese, con risultati significativi nelle elezioni provinciali e comunali del 5 febbraio, in cui i suoi militanti hanno vinto le principali città del paese, come Quito e Guayaquil.

Ig/avr

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE