mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Argentina deve stare allerta sulle conseguenze del ritorno della destra

Buenos Aires, 1° set (Prensa Latina) Il Premio Nobel per la Pace, Adolfo Pérez Esquivel, ha avvertito oggi che il ritorno della destra in Argentina significherebbe un arretramento di oltre 50 anni ed il ripetersi di tragedie che i cittadini stanno cercando di superare.

In dichiarazioni all’agenzia di stampa Télam, il capo del Servizio Pace e Giustizia ha assicurato che i candidati alla presidenza Patricia Bullrich (Insieme per il Cambiamento) e Javier Milei (La Libertad Avanza, LLA) propongono antiche ricette con medicine amare già subite dagli argentini e che sono terminate con dei fallimenti.
Dollarizzare l’economia, come vuole Milei, è qualcosa che è stato fatto negli anni ’90 ed è stato doloroso per la gente perché milioni di persone sono rimaste senza lavoro e non avevano abbastanza da mangiare, ha detto.
In quel periodo avvenne la morte dell’industria nazionale. C’era solo un piccolo gruppo di cittadini benestanti. Il resto del paese è rimasto emarginato ed in assoluta povertà, ha aggiunto.
Allo stesso modo, ha criticato i piani del leader dell’LLA di smantellare ministeri ed enti come il Consiglio Nazionale della Ricerca Scientifica e Tecnica.
Un’altra questione che mi preoccupa molto riguardo a questo diritto è il maltrattamento dell’istruzione pubblica. Questa è una conquista popolare, soprattutto la riforma universitaria. È un diritto e significa uguaglianza per tutti. Vogliono che sia un business per pochi, ha detto.
Di fronte a questo scenario, ha ritenuto che il peronismo ed i suoi alleati debbano restare forti, uniti e portare avanti progetti nazionali ad alto contenuto federale ed in difesa del popolo argentino.

Ig/gas

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE