giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Ecuador: la corte elimina i requisiti e dà il via libera all’aborto gratuito

Quito, 8 set (Prensa Latina) La Corte Costituzionale dell'Ecuador ha eliminato i requisiti per provare uno stupro, considerati ostacoli dai gruppi femministi, all'accesso all'aborto in caso di violenza sessuale, hanno riferito oggi i media locali.

Secondo il provvedimento, le persone colpite non hanno più bisogno di presentare una visita medica, una denuncia di stupro o una dichiarazione giurata, ha precisato un rapporto della stazione Radio Pichincha.
D’altra parte, l’agenzia ha eliminato l’obbligo dell’ecografia, per la quale sono state fissate le settimane di gestione, poiché non tutti i centri medici del paese dispongono di queste apparecchiature per garantire l’esame, impedendo così alla vittima di accedere alla procedura.
Alla decisione della corte si aggiunge quella approvata nel luglio del 2022, in cui si afferma che le ragazze e le adolescenti possono accedere all’aborto in caso di stupro, senza la necessità di avere l’autorizzazione dei loro rappresentanti legali o di terzi.
Tuttavia, l’organizzazione Dignidad y Derecho assicura che l’eliminazione di questi requisiti dà il via libera all’aborto libero e viola diritti essenziali come la potestà genitoriale, con la quale ragazze ed adolescenti possono accedere all’aborto senza il consenso dei genitori.
Allo stesso modo, l’associazione no-profit che promuove il rispetto dei diritti umani e dello stato di diritto in Ecuador, ha denunciato che, mentre il paese e l’opinione pubblica si concentrano sull’imminente processo elettorale, la Corte Costituzionale (CC) impone la sua posizione sull’aborto, violando le norme processuali del diritto democratico.

Ig/nta

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE