mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il governo del Venezuela ed il settore estremista dell’opposizione riprendono il dialogo

Caracas, 16 ott (Prensa Latina) Il governo del Venezuela ed il gruppo di opposizione della Piattaforma Unitaria riprenderanno il dialogo a partire da domani alle Barbados, rivela oggi un comunicato diffuso nella capitale da fonti diplomatiche.

La nota diffusa dall’ambasciata norvegese in Messico e pubblicata dall’agenzia Venezuela News indica che entrambe le parti hanno deciso di “riprendere il processo di dialogo e negoziazione”, facilitato da questo paese europeo.

Questi colloqui mireranno a raggiungere “un accordo politico”, come previsto nel Memorandum d’Intesa firmato a Città del Messico il 13 agosto 2021.
Il testo sottolinea che gli incontri inizieranno il 17 ottobre 2023 a Bridgetown, Barbados.

Lo scorso novembre, il governo e questo gruppo dell’estrema destra venezuelana hanno firmato nella capitale azteca un secondo accordo parziale che prevedeva la restituzione di tre miliardi di dollari sequestrati in banche internazionali.

Il patto sociale aveva come principale beneficiario il popolo, infatti il governo di Nicolás Maduro annunciò che i soldi sarebbero stati destinati all’istruzione, alla sanità, al sistema elettrico, all’acqua, settori che sono colpiti dalle misure coercitive unilaterali imposte dagli Stati Uniti.

Questo accordo è stato frustrato dal mancato rispetto della parola data dalla Piattaforma Unitaria, che ha costretto il settore al governo a sospendere il dialogo.

Maduro allora ha chiarito che non si tratta di riprendere il dialogo perché è sempre esistito, ma che si parlerà con il settore estremista dell’opposizione che ha tentato di darci un golpe di stato ed ha fallito.

Tendiamo loro la mano come ponte di salvezza affinché ritornino alla democrazia e alla Costituzione, ha concluso Maduro.

Ig/jcd

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE