sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Radici condivise di Brasile e Cuba nell’arte ancestrale africana

Captura-19
Brasilia, 18 ott (Prensa Latina) Come uno specchio per vedere l'anima, l'arte offre oggi nella mostra Mamafrica-Ancestralità africane in Brasile e Cuba, che si irradia nello Stato di Bahia, un omaggio alle radici comuni ed alle storie intrecciate.

In esposizione dal 19 settembre, la mostra riunisce 80 opere che esplorano varie tecniche di pittura, oggetti ed installazione prodotte da 68 artisti, 23 cubani e 34 brasiliani provenienti da 10 stati, tra cui Salvador, capitale di Bahia e la città più nera al di fuori dell’Africa.
Realizzata dall’Istituto Alvorada Brasil, Barthô Naïf e Casa Hum, con il patrocinio di Caixa Económica e del Governo Federale, la mostra rimane aperta fino al 26 novembre e celebra anche la Giornata della Cultura Cubana (20 ottobre).
È dedicato al riconoscimento delle opere di Albania Dos Santos, María Taguara, Jocio Bolo Flo e Tercilla Dos Santos; e da Cuba un omaggio postumo a Richard Bruff Bruff e al maestro Luis Joaquín Rodríguez Arias, del Gruppo Bayate.
Gli organizzatori assicurano che la presentazione approfondisce la ricchezza dell’espressione artistica di Brasile e Cuba, paesi che hanno convissuto con la schiavitù e sentono fino ad oggi il riflesso di questo periodo.
Tale manifestazione cerca di ampliare la comprensione della diversità culturale presente in entrambe le nazioni, utilizzando l’arte naif come punto di partenza, con un ruolo centrale per la sua semplicità ed autenticità, spesso prodotta da artisti autodidatti senza formazione.

Ig/ocs

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE