mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

All’UNESCO riconoscono il lavoro di Cuba nella presidenza del G77 + Cina

funcionarios1
Parigi, 10 nov (Prensa Latina) Alti funzionari e diplomatici di diversi paesi oggi hanno riconosciuto nell'UNESCO la gestione di Cuba nella presidenza del gruppo G77 + Cina.

In una riunione ministeriale congiunta del Gruppo e del Movimento dei Paesi non Allineati (MNOAL), il contributo dell’isola è stato evidenziato nell’impulso all’unità, alla solidarietà ed alla cooperazione tra le nazioni del Sud e la preponderanza fornita nel suo lavoro nel 2023 per l’educazione, la scienza, l’innovazione e la cultura, come strumenti per lo sviluppo sostenibile.
Il forum ha avuto luogo nel contesto della 42° Conferenza generale dell’UNESCO, dove ha partecipato la delegazione cubana, guidata dalla Ministra dell’Istruzione, Naima Ariatne Trujillo, ed integrata, tra le altre autorità, dall’ambasciatrice cubana presso l’UNESCO, Yahima Esquivel.
A nome del Capitolo dell’UNESCO del Gruppo 77 + Cina, il suo presidente, l’ambasciatore palestinese, Mounir Anastas, ha sottolineato l’interesse dimostrato da Cuba nel rafforzare il lavoro del blocco composto da 134 stati membri.
Anche Elman Abdulayev, il delegato permanente dell’Azerbaigian, un paese che presiede il MNOAL, si è congratulato con Cuba per la sua gestione.
Nell’intervenzione alla riunione, il vice cancelliere Uzbeco, Bakhromjon Aloyev, ha riconosciuto Cuba, Palestina e Azerbaiyan per il loro lavoro nel gruppo.
Da parte loro, le delegazioni di Kuwait e Yibuti hanno messo in evidenza l’attività cooperativa dell’isola caraibica.

Ig/wmr

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE