venerdì 17 Maggio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Nazioni Unite a Cuba, cooperazione a prova di bloqueo

Nazioni Unite, 17 nov (Prensa Latina) Il cammino di Cuba verso gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS) affronta oggi un contesto particolare e complesso, segnato da pressioni esterne, secondo il coordinatore residente delle Nazioni Unite nella nazione caraibica, Francisco Pichón.

L’assedio degli Stati Uniti e l’inclusione nella lista preparata da Washington dei paesi che presumibilmente sponsorizzano il terrorismo costituiscono la principale sfida di Cuba per finanziare l’Agenda 2030, ha assicurato il rappresentante in dichiarazioni a Prensa Latina.
“Ciò richiede un lavoro intenso per evitare che le conquiste del paese, punti di riferimento nella regione dell’America Latina in settori come la sanità e l’istruzione, vengano mantenute e la loro qualità non venga intaccata”, ha osservato.
Mentre nella maggior parte dei paesi si parla di rimettere in carreggiata gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, a Cuba si insiste per non perdere ciò che è stato realizzato, ha aggiunto.
Pichón ha partecipato questa settimana all’incontro dei coordinatori residenti del Sistema delle Nazioni Unite, tenutosi a New York e focalizzato sull’affrontare le principali questioni del lavoro dei suoi uffici in più di 100 paesi proprio nel mezzo del percorso delineato per l’Agenda 2030.
Gli incontri hanno aperto dibattiti in settori quali i sistemi alimentari, l’energia, la connettività digitale, l’istruzione, il lavoro e la protezione sociale, nonché le sfide legate al clima.
Tuttavia, il sostegno delle Nazioni Unite alla maggiore delle Antille in questo percorso deve affrontare sfide proprie come l’accesso ai finanziamenti – siano crediti o prestiti -, la ricerca di fornitori o il trasferimento per il preposizionamento degli aiuti di emergenza.
In questo senso, il massimo rappresentante dell’ONU a Cuba ha riconosciuto la necessità di affrontare con maggiore enfasi gli ostacoli per le nazioni economicamente bloccate in discussioni così importanti come il finanziamento allo sviluppo.
“Cuba sostiene molto le Nazioni Unite e l’Agenda 2030, ma ha bisogno anche di molto aiuto con meccanismi specifici che funzionano nei paesi sottoposti a sanzioni”, ha concluso il rappresentante.

Ig/ebr

#Agenda 2030 #bloqueo #cuba #Francisco Pichón #ONU #riforma economica

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE