martedì 28 Maggio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Rivoluzione messicana compie 113 anni nell’immaginario collettivo

Città del Messico, 20 nov (Prensa Latina) Questo 20 novembre, 113° anniversario della Rivoluzione messicana, le gesta degli eroi e dei martiri riaffiorano nell'immaginario della gente come se fossero accadute ieri.

Figure di spicco che nel cuore della gente non tramonteranno mai, come Francisco I Madero e il suo gruppo di uomini coraggiosi, i leggendari Francisco Villa ed Emiliano Zapata, le coraggiose Adelitas ed i combattenti dei fornelli con pentole e cartucciere incrociate, rivivono nella parata militare con una passione scenografica che fa venire le lacrime agli occhi a molti.
Curiosamente, la sfilata di 2.200 soldati, uomini e donne, vestiti con lucenti abiti militari ed altri nello stile di quei cenciosi combattenti degli eserciti di Pancho Villa e Zapata, unisce volontà al di là delle differenze politiche ed ideologiche, ed anche economiche, per lasciare che riecheggiano per due ore nei sentimenti della nazione ed un “messicanismo” così radicato da dare a volte la falsa impressione di un’unità monolitica.
La cavalleria ha aggiunto un tocco molto speciale alla sfilata, poiché la Rivoluzione messicana si è svolta a cavallo ed in treno, cosa che ha ispirato gli artisti dell’epoca a perpetuare queste immagini storiche su tele e fotografie.
È ciò che rende grande il Messico ribelle, anche di fronte ai brutali tradimenti che ha subito con i governi antinazionalisti che hanno consegnato agli stranieri anche le viscere della loro terra ed hanno impoverito la grande maggioranza delle persone che non avrebbero mai dovuto essere impoverite a causa più alla ricchezza patriottica.
Una bellissima coreografia ha seguito i discorsi del Segretario della Difesa e Presidente López Obrador, in cui i mariachi hanno suonato e cantato i “corridos” più importanti della guerra, tra cui quello dedicato ad Adelita e “Cielito Lindo”.
Nella cerimonia, chiusa dal presidente Andrés Manuel López Obrador, il segretario alla Difesa, generale Luis Cresencio Sandoval, ha presentato un ampio resoconto di tutto ciò che hanno realizzato le forze armate del Messico in questo mandato, dopo aver glorificato gli eroi ed i martiri della rivoluzione.

Ig/lma

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE