martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Ministra argentina condanna atti di odio e di violenza

Buenos Aires, 24 nov (Prensa Latina) La ministra argentina delle Donne, di Genere e della Diversità, Ayelén Mazzina, ha condannato oggi la violenza e l'odio contro le lavoratrici del portafoglio dello stato, che hanno ricevuto due minacce di bombe.

Questa mattina la sede dell’organizzazione, nel Paseo Colón, nel quartiere Monserrat della capitale, è stata evacuata dopo aver ricevuto due telefonate con messaggi intimidatori.
Gli agenti della polizia federale si sono recati immediatamente nell’edificio dove operano gli uffici della Segreteria per le politiche contro la violenza di genere e, dopo averlo ispezionato, hanno escluso l’esistenza di esplosivi.
“La situazione è controllata. Voglio trasmettere tranquillità ai lavoratori”, ha scritto Mazzina sul social Twitter.
“Ciò avviene in un contesto di chiamate e molestie violente e piene di odio sulle reti sociali che sono aumentate dopo le elezioni di domenica scorsa”, ha aggiunto.
Allo stesso modo, ha assicurato che non si tratta di eventi isolati, ma che “fanno parte di un’escalation di violenza contro il femminismo e le istituzioni che abbiamo realizzato”.
“Non passeranno. Continueremo a lottare per un mondo migliore. Il Ministero ha rappresentato una pietra miliare nella storia dell’Argentina e dell’America Latina nella lotta per l’uguaglianza di genere. Ha raggiunto ed accompagnato in questi quattro anni più di un milione e 800mila persone!”, ha affermato.
Inoltre, ha appoggiato una transizione ordinata e pacifica del governo.
“Fino all’ultimo giorno del mio mandato mi batterò per la stessa cosa: un’Argentina più giusta, egualitaria e senza violenza”, ha concluso.
In diverse occasioni, il presidente eletto Javier Milei ha dichiarato che chiuderà questo Ministero, fatto fortemente criticato dalle organizzazioni per i diritti umani.

Ig/gas

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE