mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Noboa inizierà la gestione con il decreto di stato di eccezione in Ecuador

Quito, 24 nov (Prensa Latina) Il presidente dell'Ecuador, Daniel Noboa, inizierà il suo governo con un decreto di stato di eccezione a causa della situazione economica che affronta oggi questa nazione sudamericana, come ha spiegato il nuovo presidente.

Recentemente Noboa ha confermato che nei primi giorni del suo governo verranno firmati diversi stati di eccezione legati alla questione economica.
In questo senso, la leader del partito ufficiale di Azione Nazionale Democratica (ADN), Valentina Centeno, ha confermato che lo stato di emergenza consentirà di intraprendere azioni immediate in diversi settori, principalmente quelli legati all’economia ed alla sicurezza.
Centeno ha ribadito che questa dichiarazione consentirà l’invio di due progetti economici urgenti, poiché la Costituzione stabilisce che il presidente non può inviare un altro progetto mentre l’Assemblea Nazionale (Parlamento) se ne sta già occupando. Ciò non si applica se è in vigore lo stato di emergenza, ha affermato.
“Una di queste proposte sarà una riforma fiscale che sarà presentata alla Commissione sul Regime Economico ed un’altra su una riforma energetica, che sarà presentata alla Commissione per lo Sviluppo Economico da me presieduta”, ha detto.
Questo giovedì Noboa ha prestato giuramento ed è diventato il nuovo presidente dell’Ecuador fino al 2025, un compito che ha descritto come “duro e difficile”.
Nel suo primo discorso ha affermato che, per l’immediato futuro, lavorerà contro la precarietà e, secondo il suo approccio, l’aumento dell’occupazione è cruciale in questa battaglia, per questo invierà riforme urgenti all’Assemblea, “pensando nel paese”.
Durante il suo mandato, il giovane presidente intende organizzare una consultazione popolare per cercare di ridurre la violenza, creare opportunità economiche e occupazionali e ridurre il deficit, poiché ha anche affermato che il paese potrebbe smettere di pagare il debito nel 2026 o nel 2027 se la stessa tendenza verrà mantenuta.

Ig/nta

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE