sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’assassino del cantautore cileno Víctor Jara è deportato dagli Stati Uniti

Pedro-Barrientos
Santiago del Cile, 1° dic (Prensa Latina) Deportato dagli Stati Uniti, il repressore Pedro Barrientos arriverà oggi in Cile, dove affronterà la giustizia, accusato di essere l'autore materiale dell'omicidio del cantante e compositore Víctor Jara, nel 1973.

Barrientos arriverà all’aeroporto internazionale Arturo Merino Benítez, con un volo proveniente da Miami, e da lì sarà trasferito al battaglione della polizia militare Peñalolén, nel sud-ovest della città di Santiago.
Secondo l’avvocato Nelson Caucoto, Cile attende da nove anni l’estradizione del soldato in pensione, accusato di gravi violazioni dei diritti umani, che però arriverà nel paese come deportato per non aver rispettato le leggi statunitensi sull’immigrazione.
Ha ricordato che Barrientos ha fornito false informazioni per entrare negli Stati Uniti, dove si è sposato ed ha ottenuto la cittadinanza, ma quando è stato scoperto, le autorità di questo paese ne hanno chiesto l’espulsione.
Cile aveva già presentato un mandato di cattura internazionale contro di lui e per questo motivo sarà messo a disposizione di un magistrato della repubblica.
Dopo un caso avviato dalla vedova di Jara, Joan, e dalle sue due figlie, Manuela e Amanda, nel 2016 un tribunale federale della Florida ha ritenuto il repressore colpevole di tortura ed esecuzione extragiudiziale del cantautore.
Barrientos è stato condannato anche a pagare alla famiglia la somma di 28 milioni di dollari, a titolo di risarcimento dei danni.
Nel frattempo, in Cile, l’ex militare è stato perseguito nel 2012 come autore del crimine ed il sistema giudiziario ha recentemente condannato sette membri dell’esercito in pensione per la loro responsabilità nei crimini di rapimento e omicidio di Victor Jara.

Ig/car

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE