martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba chiede un cessate il fuoco immediato per fermare il genocidio a Gaza

Imagen1-1024x577
ONU, 9 gen (Prensa Latina) Il Primo Vice Ministro degli Esteri di Cuba, Gerardo Peñalver, ha considerato oggi il cessate il fuoco a Gaza una priorità per fermare il genocidio di Israele contro la popolazione palestinese.

Intervenendo presso l’Assemblea Generale, il vicepresidente ha criticato la paralisi del Consiglio di Sicurezza dell’ONU per chiedere la fine del conflitto dovuta al ricorso al veto degli Stati Uniti per sostenere il loro principale alleato in Medio Oriente.
Niente giustifica la punizione collettiva alla quale è sottoposto oggi il popolo palestinese, in flagrante violazione del Diritto Internazionale Umanitario, ha insistito il rappresentante permanente cubano presso l’ONU.
La complicità degli Stati Uniti con Israele è evidente. Non solo ostacola il processo decisionale del Consiglio di Sicurezza, ma arma e rifornisce anche la macchina bellica che massacra il popolo palestinese, ha denunciato il diplomatico.
L’abuso del privilegio antidemocratico del veto compromette ulteriormente la partecipazione complice statunitense alla criminalità, ha aggiunto.
Peñalver ha sottolineato la necessità di un cessate il fuoco di fronte alle condizioni catastrofiche per la popolazione civile, “altrimenti la comunità internazionale sarà una testimone inerte dello sterminio del popolo palestinese”, ha avvertito.
Il viceministro cubano ha condannato l’uccisione di civili, soprattutto di bambini, donne e operatori umanitari delle Nazioni Unite; bombardamenti indiscriminati; la distruzione di case, ospedali e infrastrutture civili; così come la privazione dei servizi di acqua, cibo, elettricità e carburante per la popolazione palestinese.

Ig/ebr

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE