mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Venezuela sta vivendo un momento eccezionale, ha affermato Nicolás Maduro

Caracas, 15 gen (Prensa Latina) Il presidente Nicolás Maduro ha dichiarato oggi che la democrazia venezuelana sta vivendo un momento eccezionale, durante il suo messaggio annuale alla nazione e la consegna del bilancio del 2023.

Dalla Sala del Protocollo del Potere Legislativo e trasmesso dalla rete radiotelevisiva nazionale, il capo dello stato ha ricordato i progressi e le conquiste della Rivoluzione Bolivariana dell’anno scorso, nonostante gli “interessi meschini ed egoistici” dei soliti odiatori.
Il solo fatto di essere qui in pace, riuniti per valutare la qualità della nostra vita, in un mondo dove si impongono regimi colonialisti, ci permette di affermare che il nostro modello di democrazia partecipativa e protagonista “non solo funziona, ma diventa sempre più necessario per evitare catastrofi sociali”.
Maduro ha voluto spiegare che la portata dei risultati è stata ottenuta in un “contesto estremo e particolare”, ed ha ricordato che ogni giorno l’impero viola sistematicamente i diritti umani del popolo venezuelano, mantenendo più di 930 sanzioni penali illegali.
Ha sottolineato che ogni obiettivo raggiunto deve portare un’etichetta chiara e differenziante di questo periodo, fatto, costruito, progettato, creato e superato “in tempi di guerra e di blocco imperialista”.
Il presidente ha affermato che il 2023 è stato uno degli anni più impegnativi, complessi e laboriosi dell’ultimo decennio, ma anche uno di grandi obiettivi raggiunti, molto apprendimento, per rafforzare il percorso verso la prosperità, ed ha assicurato che tutto sarà svolto con un’unità nazionale.
Non esistono numeri piccoli o indicatori piccoli, tutto ci è costato il doppio, ha sottolineato.
Ha riconosciuto che è stato difficile, ma non impossibile, ed ha ricordato gli effetti sul settore petrolifero, che a causa delle sanzioni e del blocco ha perso 323 miliardi di dollari.
Il presidente ha affermato che le perdite totali in termini di caduta del prodotto interno lordo ammontano a 642 miliardi di dollari fino al 2022 ed ha accusato come colpevoli i richiedenti delle sanzioni, ed ha definito il tutto un “massacro economico”.

Ig/jcd

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE