giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La classe operaia venezuelana ratifica il sostegno al governo di Nicolás Maduro

Caracas, 19 gen (Prensa Latina) La classe operaia della Guayana, nello stato di Bolívar, insieme ai lavoratori di tutto il paese, hanno sostenuto oggi il governo del presidente Nicolás Maduro e la sua proposta di sette trasformazioni.

Dopo tre giorni di dibattito, riflessione e coordinamento, i lavoratori hanno ratificato in un proclama il loro impegno a difendere la Rivoluzione Bolivariana dagli attacchi interni della destra nazionale, degli pseudo-sindacalisti e dell’imperialismo statunitense.
Il presidente della Centrale Socialista Operaia Bolivariana, Wills Rangel, ha sottolineato che nell’incontro si sono discussi le sette iniziative di trasformazione proposte dal presidente Nicolás Maduro, i cinque consensi ed i 16 motori per rafforzare l’economia.
Rangel ha spiegato che hanno deciso di realizzare un tour nazionale e di svolgere incontri con le basi, i giovani, le donne e l’intera fusione civico-militare della nazione, con l’obiettivo di rafforzarli e rilanciarli, e garantire così la perennità del movimento sindacale della Rivoluzione.
E affrontare, ha detto, i “sindacalisti pagati”, gli apolidi che cercano di guadagnare dai lavoratori. Contate su questa avanguardia e sulla nostra forma di organizzazione dei Consigli di Produzione dei Lavoratori, ha sottolineato.
Maduro ha parlato telefonicamente con leader sindacali e giovani e ha riconosciuto il ruolo vitale della classe operaia, “ancora di più quando si parla di Rivoluzione”, ha osservato.
Ha sottolineato che insieme hanno saputo sconfiggere l’assalto dell’imperialismo ed ha assicurato che “non ci riusciranno mai a demolire un presidente operaio. So di avere il vostro sostegno ed il vostro amore”, ha espresso.
Il presidente ha affermato che come classe “dobbiamo rafforzare la capacità economica del paese” ed ha chiesto che la classe operaia sia il pilastro del processo di ripresa economica, dell’economia diversificata e dell’economia potente.

Ig/jcd

 

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE