giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba e Russia rafforzano le relazioni come alleati strategici

Embajador2-768x476
Mosca, 26 gen (Prensa Latina) L'ambasciatore cubano in Russia, Julio Garmendía, ha sottolineato che i vincoli tra le due nazioni oggi sono quelli di alleati strategici sul piano bilaterale ed internazionale.

Nel suo discorso di apertura del ricevimento in occasione del 65° anniversario del trionfo della Rivoluzione cubana, il rappresentante del paese caraibico ha raccontato l’evoluzione della storiografia nazionale dal gennaio del 1959 fino ad oggi.
Inoltre, ha sottolineato i legami di oltre sessant’anni tra Mosca e L’Avana, a partire dall’amicizia offerta dall’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS) quando Cuba si trovava ad affrontare, secondo Fidel Castro, la fase – forse più difficile – della guerra scatenata contro il popolo dagli Stati Uniti.
“È importante ricordare che in quei momenti avversi è stata proprio l’URSS a tendere la mano in segno di solidarietà e non solo ad accettare la quota di zucchero rifiutata da Washington, ma ad avviare un’ampia collaborazione in altri ambiti dell’attività economica”, ha affermato.
Garmendía ha sostenuto che sarebbe troppo lungo contare gli anni di appoggio incondizionato, precisando che nel 2023 entrambi i governi hanno firmato importanti documenti per incentivare gli investimenti diretti del capitale russo nell’economia cubana. In questo senso, ha spiegato, questi strumenti contribuiranno alla creazione di progetti comuni reciprocamente vantaggiosi nei settori del turismo, dell’agricoltura, dell’industria, della sanità, dell’energia, tra gli altri.
Allo stesso modo, ha sottolineato che quest’anno ricorrono i sessant’anni dalla fondazione, da parte del comandante Ernesto Che Guevara e del cosmonauta Yuri Gagarin, della Società dell’Amicizia tra Russia e Cuba, che ha rappresentanze su tutto il territorio russo.
Il diplomatico ha detto ai presenti all’incontro che, nonostante i tempi difficili che attraversa la maggiore delle Antille, sono dovuti, innanzitutto, all’inasprimento senza precedenti del bloqueo che gli Stati Uniti mantengono contro Cuba da più di 60 anni.
L’inclusione nella lista illegale dei paesi che sponsorizzano il terrorismo complica notevolmente l’attività commerciale e finanziaria dell’isola, le difficoltà nella logistica internazionale, l’aumento dei prezzi dei generi alimentari e di altri prodotti, elementi che ostacolano ulteriormente la situazione interna cubana.

Ig/odf

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE