giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Sindacato argentino denuncia la repressione contro i giornalisti

Buenos Aires, 9 feb (Prensa Latina) Il Sindacato della Stampa di Buenos Aires (Sipreba) ha riferito oggi di aver denunciato penalmente la repressione delle forze di sicurezza argentine contro i professionisti del settore durante le manifestazioni davanti al Congresso.

Le manifestazioni si sono svolte la settimana scorsa mentre la Camera dei Deputati discuteva un pacchetto di leggi presentato dal presidente Javier Milei e respinto dalle organizzazioni sociali, sindacali e politiche.
“La presentazione è stata fatta insieme all’Associazione dei Fotoreporter della Repubblica Argentina e al Centro di Studi Giuridici e Sociali per determinare le responsabilità dell’attacco brutale e deliberato contro 35 addetti alla stampa che sono stati attaccati con proiettili di gomma, bruciati con gas irritante o picchiati”, afferma una dichiarazione di Sipreba.
Nella denuncia, presentata presso il Tribunale Federale numero 6 di questa capitale, si reclamava che membri della Polizia Municipale, della Polizia Federale, della Polizia di Sicurezza Aeroportuale, della Gendarmeria e della Prefettura Navale fossero indagati per lesioni aggravate da abuso della loro funzione e della loro nomina, umiliazione, privazione illegittima della libertà ed uso della violenza, ha aggiunto.
Inoltre, si specifica che i professionisti dei media pubblici, privati ed autogestiti erano correttamente identificati come giornalisti, cameramen e fotografi quando sono stati aggrediti e, in alcuni casi, stavano trasmettendo in diretta per canali televisivi come A24 e C5N.
Non siamo bersagli mobili. I giornalisti erano lì per raccontare una notizia, ha detto il segretario generale di Sipreba, Agustín Lecchi.
“I continui attacchi e molestie erano nelle mani delle quattro forze federali che hanno agito secondo il protocollo attuato dalla Ministra della Sicurezza, Patricia Bullrich, e dal governo Milei. Sembra che stessero cercando che non ci fossero informazioni su quanto accaduto”, ha aggiunto.
Inoltre, Sipreba ha denunciato la recente ingerenza nei media come l’agenzia di stampa Télam, la Radio Nazionale e la Televisione Pubblica.

Ig/gas

#argentina #stampa #repressione #libertà di espressione

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE