sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il presidente Petro ha avvertito del fallimento della guerra alla droga

Gustavo-Petro-1
Bogotà, 14 mar (Prensa Latina) Il presidente della Colombia, Gustavo Petro, ha dichiarato oggi, nel corso della 67° sessione della Commissione sugli Stupefacenti delle Nazioni Unite, che il Regime Internazionale di Controllo della Droga è fallito.

In questo senso ha chiesto oggi alla Commissione ONU di mettere il diritto alla salute al centro del dibattito globale sulla droga.
In un messaggio indirizzato alla riunione di Vienna, ha sostenuto che questo fallimento è dimostrato dall’ultimo Rapporto mondiale dell’Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga.
“Le droghe illecite sono disponibili per tutti, mentre i medicinali controllati non raggiungono i pazienti che ne hanno più bisogno”, ha avvertito Petro.
Ha sottolineato che le mafie della droga nate dal proibizionismo e dalla criminalizzazione trasferiscono i loro soldi al nord a beneficio del sistema finanziario, controllato dal grande capitale, e producono violenza e distruzione nel sud del mondo.
A questo proposito, ha definito questo sistema come anacronistico ed indolente, che non è riuscito a distruggere il mercato delle sostanze illecite né a promuovere il mercato dei medicinali leciti. “Si insiste nel mettere lo stato contro il mercato e quindi mettere in pericolo i nostri paesi ed i nostri popoli”, ha detto il presidente, avvertendo che in questo senso le democrazie sono in pericolo.
Ha affermato che Colombia ha chiesto un processo di ripensamento dell’approccio alla situazione globale della droga che inizierà nella regione dell’America Latina e dei Caraibi per estendere questo dibattito al resto del mondo.
A suo avviso, la causa del fallimento della guerra alla droga è l’aumento del consumo di fentanyl negli Stati Uniti, che ha già ucciso più di 100.000 persone all’anno.

Ig/otf

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE