sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Brasile: propongono di mettere un braccialetto alla caviglia a Bolsonaro per possibile fuga

Brasilia, 27 mar (Prensa Latina) Il noto avvocato Walber Agra, autore dell'azione che ha reso ineleggibile Jair Bolsonaro fino al 2030, difende oggi l'applicazione di misure precauzionali, come l'applicazione di una cavigliera elettronica all'ex presidente brasiliano (2019-2022).

Tale proposta è emersa dopo la permanenza di due giorni di Bolsonaro presso l’ambasciata ungherese a Brasilia, quattro giorni dopo che il suo passaporto era stato confiscato dalla Polizia Federale (PF).
La misura cautelare, secondo Agra, è più simbolica della detenzione preventiva per dimostrare il “carattere fuggitivo, peccaminoso e antidemocratico” dell’ex sovrano.
Pur considerando l’alloggio come “un elemento giuridico in più a sostegno della decretazione della carcerazione preventiva”, il giurista ha valutato in un’intervista televisiva, in un’analisi politica e pragmatica, che la carcerazione immediata non è una soluzione praticabile.
Ha osservato che l’applicazione della prigione provvisoria rafforzerebbe la narrazione della persecuzione che cerca di creare il bolsonarismo (aderente agli ex militari).
Anche se in realtà non ha alcun sostegno, Agra ha ricordato che una parte significativa della popolazione è fuori dalla discussione sugli elementi che testimoniano contro l’ex capitano dell’esercito e può essere influenzata dal gioco manicheo della narrativa dell’ex capo di stato.
“Impedirgli (Bolsonaro) di passare entro 200 metri dalle ambasciate, usare cavigliere, evitare di uscire la notte e far riferire all’ex presidente ogni settimana, o ogni 15 giorni, sui suoi spostamenti in territorio brasiliano… Ci sono diverse misure e loro “Sono più vecchi perché questa è una guerra di posizione”, ha osservato l’avvocato.
Il politico di estrema destra è stato ospitato presso la sede diplomatica ungherese dal 12 al 14 febbraio e l’8 marzo è stato il bersaglio della cosiddetta Operazione Véritas del PF sul presunto tentativo di colpo di stato, perpetrato nel gennaio 2023.

Ig/ocs

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE