sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba accusa gli Stati Uniti di una doppia morale in materia di diritti umani

L'Avana, 2 apr (Prensa Latina) Il ministro delle Relazioni Internazionali di Cuba, Bruno Rodríguez, ha accusato oggi gli Stati Uniti di mantenere una politica di doppi standard sui Diritti Umani (DDHH), che discrimina settori della loro stessa società.

Secondo il ministro delle Relazioni Internazionali dell’isola caraibica, Washington si proclama difensore universale dei diritti umani mentre nel suo paese manca una legislazione federale che tuteli le persone LGBTIQ+ da ogni tipo di discriminazione.

Il capo della diplomazia cubana ha ratificato la sua denuncia nella rete sociale Twitter, contro quella politica che ha definito “ampiamente conosciuta” a causa del doppio standard nella sua applicazione secondo l’ideologia del paese accusato dalla Casa Bianca.

In contrapposizione, il ministro di questo portafoglio ha sottolineato ieri – sempre in Twitter – che lo stato cubano riconosce e garantisce il godimento, così come l’esercizio inalienabile, imprescrittibile, indivisibile, universale e interdipendente dei Diritti Umani.

Ciò è in linea con i principi di progressività, uguaglianza e non discriminazione delle persone, mentre il loro rispetto è obbligatorio per tutti nella nazione delle Antille, ha sottolineato Rodríguez.

Cuba è stata eletta nel 2023 per entrare a far parte, per la quinta volta, del Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite (ONU), un organismo composto da 47 paesi responsabile della promozione e della protezione dei diritti umani in tutto il mondo.

Ig/lld

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE