martedì 28 Maggio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La ricchezza del cinema latinoamericano torna sugli schermi di New York

New York, 12 apr (Prensa Latina) La cerimonia di apertura del Havana Film Festival a New York inaugurerà oggi un programma variegato che conferma la ricchezza della settima arte della regione, secondo il famoso critico cubano Luciano Castillo.

La 24° edizione della manifestazione si distingue per la selezione di film e per l’offerta divulgativa, con due retrospettive in programma molto attraenti per il pubblico, secondo il ricercatore.
L’emblematico festival avrà la sua cerimonia di apertura stasera, dopo due giorni dedicati a mostre retrospettive, conversazioni ed un workshop per scrittori.
Il programma prevede anche la proiezione dei 18 film in concorso, 11 documentari e quattro cortometraggi presso il cinema Quad della città dove verranno assegnati i premi per il miglior film di finzione, il miglior documentario, la migliore sceneggiatura, la migliore regia e il miglior attore/attrice.
Parallelamente, diverse proiezioni e dibattiti rendono omaggio al documentarista Nicolás Guillén Landrián e al regista Tomás Gutiérrez Alea, considerati da Castillo due creatori di culto della settima arte a Cuba.
I pezzi restaurati di entrambi i creatori sono stati appena esposti al festival del cinema cubano che si è tenuto a L’Avana per il 65° anniversario dell’Istituto Cubano di Arte ed Industria Cinematografica (ICAIC) come omaggio a questa istituzione e ad entrambi i creatori.
Tra le opere cubane arrivate a New York, Castillo ha segnalato i lungometraggi La Mujer Salvaje, di Alan González; Una noche con los Rolling Stones, di Patricia Ramos; o Bajo un sol poderoso, di Enrique Álvarez.
Inoltre, spiccano i documentari “La leyenda de Arsenio Rodríguez”, di Rolando Almirante, “Santa Canción”, di Juan Carlos Travieso, e “Jíbaro”, di Osmanys Sánchez.

Ig/ebr

 

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE