martedì 28 Maggio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

In Perù credono che sia possibile il ritorno di Fujimori alla politica attiva

Lima, 17 apr (Prensa Latina) Un'incipiente campagna su internet e dichiarazioni di politici seguaci dell'ex governatore Alberto Fujimori hanno aperto oggi la possibilità di un suo ritorno completo alla politica ed addirittura di essere candidato a governare di nuovo.

La campagna con video online consiste in brevi interviste a varie persone sulla loro preferenza per il neoliberista che ha governato il paese con il pugno di ferro ed ha ancora conti in sospeso con la giustizia, e gli intervistati rispondono sì con entusiasmo.
A ciò si aggiungono i numerosi attivisti che, sotto pseudonimi, da anni elogiano Fujimori e ciò che considerano i suoi successi ed insultano i suoi detrattori.
Inoltre, dopo essere uscito di prigione nel dicembre del 2023, il controverso personaggio ha aperto in vari spazi in Internet dedicati all’autoelogio dei suoi due mandati presidenziali (1990-2000), ai quali se ne è aggiunto un terzo durato alcuni mesi, poiché ha dovuto dimettersi di fronte ad uno scandalo di corruzione.
“El ‘Chino’ (come è soprannominato Fujimori) è tornato. È tornato come persona, come cittadino e come politico perché è un politico”, ha affermato la deputata Martha Moyano, membro della direzione del partito Fujimori Fuerza Popular (FP).
Alla domanda su quanto lontano possa spingersi l’85enne ex presidente in campo politico, un altro leader del FP, Miguel Torres, ha commentato che condividendo le sue opinioni e formulando approcci, l’ex presidente sta facendo politica.
Fujimori ha serrato le file con il governo anche durante la repressione delle proteste contro l’ascesa, per successione, di Boluarte alla presidenza, che ha provocato 50 morti.
L’attivismo politico ed un’eventuale candidatura di Fujimori motivano il rifiuto di organizzazioni e attivisti per i diritti umani come Ana María Vidal.
“Non dovrebbe candidarsi, soprattutto se viene perseguito per un crimine contro l’umanità”, ha detto Vidal, sottolineando che potrebbe farlo a causa di fattori che vanno oltre la legge, come il potere politico del Fujimorismo.
Ig/mrs

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE