sabato 18 Maggio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il presidente del Messico chiede di sospendere il bloqueo statunitense contro Cuba

Città del Messico, 13 mag (Prensa Latina) Il presidente del Messico, Andrés Manuel López Obrador, ha ribadito oggi il suo appello agli Stati Uniti affinché sospendano il bloqueo economico, commerciale e finanziario contro Cuba ed ha celebrato la recente decisione sull'invio di rimesse nell'isola.

Rispondendo ad una domanda sui colloqui avuti con Elizabeth Sherwood-Randall, consigliera per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, in materia di immigrazione, il presidente ha insistito, nella sua consueta conferenza stampa, sulla necessità di affrontare le cause di questi flussi.
In questo senso ha menzionato, tra l’altro, l’esistenza dell’assedio imposto da Washington alla maggiore delle Antille da più di sessant’anni e ne ha sollecitato l’eliminazione.
“Hanno appena preso una decisione – mi hanno informato proprio oggi – e mi rallegro, se fosse vero, che tolgono il divieto affinché i parenti di coloro che hanno deciso di vivere a Cuba possano ricevere le rimesse, perché erano state vietate. “Vi immaginate?”, ha espresso il presidente messicano.
“Nel caso del Messico, siamo molto grati ai nostri connazionali emigrati, che inviano 63 miliardi di dollari alle loro famiglie”. “Come mai nel caso di Cuba è proibito ad un familiare che si trova negli Stati Uniti mandare sostegno ad un padre, ad una madre, ad un nonno?”, si è chiesto.
Tuttavia, lo ha considerato un buon passo ed ha espresso la speranza che i leader degli Stati Uniti continuino in queste azioni e che i politici di entrambi i partiti comprendano che, al di sopra degli interessi economici e ideologici, ci sono e ci saranno sempre i diritti umani e la fratellanza universale.

Ig/las

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE