sabato 18 Maggio 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Torna al cinema la solidarietà di Cuba per le vittime di Chernobyl

L'Avana, 13 mag (Prensa Latina) Il documentario argentino "Tararà, la storia di Chernobyl a Cuba", è oggi una testimonianza di questa storia di solidarietà tra l'isola caraibica e la popolazione dell'Unione Sovietica, colpita dalla catastrofe nucleare.

Il documentario del 2021, presentato sabato al cinema Acapulco de L’Avana, racconta l’arrivo a Tararà, quartiere residenziale nella zona della spiaggia, ad est della capitale, di oltre 26mila bambini vittime dell’esplosione della centrale nucleare il 26 aprile 1986.
Racconta come, sotto la direzione del governo cubano, fu organizzato un vasto programma di assistenza medica per il recupero delle vittime, che durò diversi anni.
Attraverso il racconto dei protagonisti di questo programma senza precedenti al mondo, il regista argentino Ernesto Fontán, supportato dalla sceneggiatura di Paola R. Gallo, dalla fotografia di Bruno Scarponi e dalla musica del trovatore cubano Roly Berrío, ha ricostruito in 70 minuti un emozionante storia di amore e civiltà.
Non è il primo documentario sull’argomento, un altro è stato “Sacha, un niño de Chernobyl” (2021), dei registi cubani Roberto Chile e Maribel Acosta.

Ig/mml

 

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE