mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Difensore del Popolo chiede il sequestro dei beni dell’azienda Odebrecht

Lima, 16 gen (Prensa Latina) Il Difensore del Popolo (Ombdusman) del Perù, Walter Gutierrez, ha chiesto oggi alle autorità giudiziali l'incameramento dei beni delle aziende brasiliane investigate per bustarelle a funzionari in cambio di contratti di opere pubbliche. 

 
Un comunicato di Gutierrez inoltre manifesta la sua preoccupazione per il ritardo delle indagini a carico del Pubblico Ministero e per la dipendenza delle stesse delle investigazioni all’estero. 
 
Tale dipendenza, segnala, implica un rischio di impunità, perché gli accusati potrebbero approfittare del ritardo per viaggiare all’estero, trasferire le proprietà e perfino alterare le evidenze. 
 
Per il Difensore, il sequestro dei beni è di necessità urgente come complemento dell’accordo di collaborazione dell’azienda brasiliana Odebrecht -che ha riconosciuto bustarelle per 29 milioni di dollari in Perù tra il 2005-2014 – ed il Pubblico Ministero, che include un pagamento come parte della devoluzione allo Stato dei suoi guadagni illeciti. 
 
Il funzionario segnala che i beni delle aziende brasiliane incluse in subornazioni possono essere inizialmente sequestrati in applicazione del codice penale, come misure preventive durante le investigazioni. 
 
Chiede, inoltre, al governo che detti un decreto di urgenza che ostacoli o regoli il bonifico di proprietà delle aziende investigate per delitti di corruzione e che esiga l’approvazione previa del Ministero di Economia e Finanze. 
 
Frattanto, il giornale brasiliano Folha de Sao Paulo affermò che un’investigazione alla moglie di Ollanta Humala, Nadine Heredia -e ampliata all’ex mandatario peruviano – per lavaggio di denaro, indaga su un presunto pagamento di tre milioni di dollari per la sua campagna elettorale. 
 
Ig/mrs

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE