giovedì 18 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Bombardieri russi distruggono obiettivi terroristi in Siria

Mosca, 24 gen (Prensa Latina) Russia attaccò oggi con sei bombardieri strategici TU-22M3 le fabbriche di approvvigionamenti ed esplosivi, come tecnica di combattimento del movimento terroristico Isis, nella località siriana di Saljiaj. 

 
I meccanismi russi di controllo confermarono la distruzione di tutti gli obiettivi programmati, dopo che i bombardieri sorvolarono lo spazio aereo dell’Iraq ed Iran per realizzare la loro missione, indica un comunicato del Ministero della Difesa. 
 
Nell’operazione, caccia SU-30MS e SU-35S hanno protetto i bombardieri, dopo essere partiti dalla base aerea di Jmeimim, nella provincia siriana di Latakia, sottolinea la dichiarazione ufficiale. 
 
Tutte gli aeroplani ritornarono dalla missione senza complicazioni, sottolinea il Ministero della Difesa, che emise una dichiarazione simile ieri e sabato scorso. 
 
I bombardieri russi agirono ieri e sabato scorso nella città di Deir ez-Zor, assediata da varie settimane dall’Isis, che ha occupato zone periferiche mediante l’uso di auto-bombe con suicidi, segnalano i mezzi di stampa in questa capitale. 
 
La dichiarazione del Mindef si conobbe mentre i giornali pubblicano rivelazioni controverse, secondo cui gli Stati Uniti hanno messo una base militare nella località settentrionale siriana di Hasaka, dove avrebbero situato circa 800 soldati, in una zona controllata dai distaccamenti curdi. 
 
A differenza della Russia che firmò accordi col governo siriano per stabilire una base navale a Tartus ed un’aerea a Jmeimim, Washington crea in forma unilaterale la riferita installazione bellica. 
 
Ig/to 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE