mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Evo: le politiche di privatizzazioni ed il neoliberalismo sono falliti

Bavaro, Repubblica Dominicana, 25 gen (Prensa Latina) Il presidente dello Stato Plurinazionale della Bolivia, Evo Morales affermò oggi nel V Vertice della Celac che le politiche di privatizzazioni ed il neoliberalismo imposto in America Latina sono stati un rotondo fallimento. 

 
Durante il suo intervento nel V Vertice della Comunità degli Stati Latinoamericani e Caraibici (Celac), il mandatario boliviano risaltò che la globalizzazione del neoliberalismo è il becchino del capitalismo. 
 
Per comprendere i processi che vivono le nazioni del continente è necessario studiare le crisi del capitalismo e le sue politiche interventiste, indicò Evo. 
 
I processi ai quali c’affrontiamo attualmente, a causa del neoliberalismo, dove cadono i prezzi del petrolio, il gas, gli alimenti; non è solo una crisi economica, è anche una crisi alimentare, climatica, etica e morale, segnalò Morales. 
 
Secondo Evo, il neoliberalismo, con le sue politiche di mercato libero, liberazione dei prezzi e delle barriere doganali, condizionò i paesi affinché si privassero delle loro risorse naturali. 
 
Negli ultimi anni aumentò la disoccupazione e la povertà in America del Sud, si mantengono elevati indici di disuguaglianza. E tutti questi problemi non sono stati risolti dalla globalizzazione, ha sottolineato il mandatario della nazione andino-amazzonica. 
 
Sottolineò anche l’esempio della Bolivia nei processi di nazionalizzazione, citando l’Impresa Nazionale di Telecomunicazioni, che riscosse circa 140 milioni di dollari in utilità per i boliviani, i quali si spartiscono in buoni per bambini ed anziani. 
 
Chiese che si eliminino i trattati di libero commercio, il bloqueo economico e finanziario che mantengono gli Stati Uniti contro Cuba e le azioni interventiste e destabilizzanti contro Venezuela. 
 
Risaltò, d’altra parte, la necessità di fomentare politiche di protezione della madre terra di fronte alle sfide del cambiamento climatico ed esortò l’universalità dei servizi basilari come la salute, l’educazione e l’alimentazione. 
 
Morales fece un appello al presidente statunitense, Donald Trump, affinché elabori una politica migratoria rispettosa, dove non si dichiari illegale nessun essere umano in nessuna parte del mondo. 
 
Ig/cdg 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE