sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Grafici argentini di Clarin escono un’altra volta sulle strade

Buenos Aires, 9 feb (Prensa Latina) Quando sta per compiersi un mese di protesta dopo essere stati licenziati, i lavoratori dell’impianto Arti Grafiche Di Rio de la Plata, del conglomerato argentino Clarin, usciranno oggi un'altra volta sulle strade davanti alla mancanza di risposte. 

 
Da mezzogiorno, gli operai -appoggiati da gruppi politici e sociali – interromperanno il traffico in vari viali principali di Buenos Aires, tra questi il ponte Pueyrredon, ed in altre 14 province del paese. 
 
Si sente già l’appoggio ad AGR in Eldorado, nella provincia di Missioni, dove circa 300 compagni marciano per la città con una frase che si moltiplica: “Re-incorporazione già!”. 
 
I lavoratori che mantengono l’impianto occupato dal 16 gennaio, lo stesso giorno in cui riceverono un telegramma dove gli annunciavano il licenziamento dei 380 operai e la chiusura della fabbrica, insistono in che il governo deve risolvere questo conflitto. 
 
Ieri, i portavoci della Commissione Interna dell’AGR furono ricevuti nel Ministero del Lavoro dalla capa del Dipartimento di Relazioni Lavorative, Mercedes Gadea, ma la risposta fu che “il problema è più grande di noi”. 
 
“Abbiamo reclamato che intervengano ed esigiamo al sindacato che si prendano misure con l’azienda per l’inadempimento del pagamento. La risposta del Ministero è stata praticamente nulla”, dichiarò dopo la riunione il segretario generale di AGR, Pablo Viñas. 
 
 
Ig/may 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE