mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Russia denuncia un’inarrestabile consegna di armi ai terroristi in Siria

Mosca, 21 feb (Prensa Latina) Il ministro russo della Difesa, Serguei Shoigu, denunciò oggi l'inarrestabile somministrazione di armi a gruppi armati in Siria e denunciò il rifiuto della NATO a qualunque tipo di dialogo col suo paese. 

 
Shoigu segnalò che nei sei anni di guerra in Siria, i gruppi irregolari e mercenari riceverono ininterrottamente gli armamenti, approvvigionamenti ed altri mezzi per liberare combattimenti in questo paese, Libia e Yemen. 
 
Secondo i nostri calcoli, i gruppi armati riceverono dall’estero 2450 sistemi antiaerei portatili, 1750 sistemi anticarro armato, 650 missili, 24 mila mine e 600 tonnellate di esplosivi, segnalò il ministro. 
 
Le rivoluzioni “di colore” in nessuna forma ebbero i risultati di prosperità attesi, dichiarò Shoigu in un evento scientifico sulle strategie militari e di sicurezza nell’Istituto Statale Moscovita di Relazioni Internazionali. 
 
Shoigu esortò Occidente ad unire gli sforzi per combattere il flagello del terrorismo internazionale invece di cercare in Russia una supposta minaccia. 
 
Tuttavia, lontano da cercare il dialogo, la NATO incrementa il suo potere militare in nazioni confinanti con Russia, realizza manovre nel mare Baltico e Nero con marcato carattere anti-russo, ha concluso il generale dell’esercito. 
 
Ig/to 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE