mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cubane sono esempio di disubbidienza e consacrazione rivoluzionaria

L'Avana, 24 feb (Prensa Latina) La generalessa di Brigata dell'Associazione dei Combattenti della Rivoluzione cubana, Esther ”Tetè” Puebla, assicurò oggi che le donne di questo paese sono esempio di disubbidienza e di consacrazione. 

 
“Se importante sono le imprese degli uomini nella storia di Cuba, vitale è il ruolo che giocò la donna dallo stesso inizio delle nostre guerre di indipendenza, nella lotta clandestina, nella Sierra, in Playa Giron o nei momenti attuali dove si dedicano in distinti settori della società”, ha affermato Puebla a Prensa Latina. 
 
Celebrandosi questo venerdì il 122º anniversario del nuovo inizio delle guerre di indipendenza a Cuba, “Tetè” risaltò la figura di eroine come Mariana Grajales, la capitana dell’Esercito Liberatore, Adela Azcuy, come di Lidia Doce, Clodomira Acosta, Celia Sanchez, Melba Hernandez, Haydée Santamaria e Vilma Espin, per solo citarne alcune. 
 
“Loro sono e saranno esempio di disubbidienza, lealtà ed impegno a questa Rivoluzione che ci ha regalato Fidel Castro e che insieme a lui seppero innalzarla contro il più poderoso impero del mondo”, ha detto Puebla, che si incorporò al Movimento 26 Luglio con soli 15 anni. 
 
La militare di 76 anni di età, manifestò di essere orgogliosa dei successi ottenuti dalla donna cubana durante più di 50 anni di Rivoluzione, lasso nel quale emersero sia nella politica, che nell’arte, nell’economia, nello sport e nelle scienze. 
 
“Un popolo dove la donna e l’uomo combattono insieme è invincibile, tanto nella guerra come nella pace” e, notò, “se è necessario ritornare al combattimento lo faremo, perché le conquiste ottenute dal nostro popolo sotto la guida di Fidel e Raul Castro non saranno mai consegnate al nemico”, ha concluso. 
 
Ig/rws 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE