lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Simon Rodriguez, il maestro di Bolivar, a 163 anni dalla sua morte

Caracas, 28 feb (Prensa Latina) I venezuelani ricordano oggi il 163º anniversario della morte di Simon Rodriguez, il maestro del Libertador Simon Bolivar, e lo considerano uno degli intellettuali latinoamericani più importanti del suo tempo. 

 
Nato a Caracas, il 28 ottobre 1769, e battezzato sotto il nome di Simon Narciso de Jesus Carreño Rodriguez, il futuro maestro di Bolivar si trasformò in un educatore, scrittore, saggista e filosofo ma soprattutto in un visionario difensore dell’educazione pubblica. 
 
Simon Rodriguez concepì un modello educativo rivoluzionario che tentava di adattarsi alle caratteristiche delle nazioni americane, quello che provocò che molti anni dopo, uno dei suoi alunni più volonteroso, Simon Bolivar, riconoscesse che Rodriguez “insegnava divertendo”. 
 
Il nobile professore fu a favore della causa indipendentista e nel 1797 si vincola al progetto emancipatore del pedagogo Giovanni Battista Picornell, in associazione col venezuelano Manuel Gual e Josè Maria España. 
 
Fallendo questo tentativo rivoluzionario, Rodriguez si trasferì in Giamaica, dove adottò il nome di Samuel Robinson, e dopo viaggiò in Francia nel 1801, dove incontrò nuovamente Bolivar, essendo testimone del famoso giuramento del monte Sacro, il 15 agosto 1805. 
 
E’ scomparso il 28 febbraio 1854, nel paese di Amotape, in Perù, ai 84 anni, e sei decadi dopo, i suoi resti mortali furono trasportati al pantheon del Perù, e dopo alla sua Caracas natale, trovandosi dal 1954 nel Pantheon Nazionale. 
 
Ig/mfm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE