sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Ecuador: emigranti appoggiano governo e respingono candidato oppositore

Quito, 2 mar (Prensa Latina) Rappresentanti della Federazione degli Emigranti Ritornati in Ecuador confermano oggi il loro appoggio al governo nazionale e le sue politiche sociali, mentre respingono la candidatura dell'ex banchiere Guillermo Lasso alla presidenza della repubblica. 

 
In una concentrazione davanti alla sede della Banca di Guayaquil, in questa capitale, decine di persone si manifestarono contro Lasso, una figura che il popolo vincola strettamente al festivo bancario del 1999 che forzò circa tre milioni di ecuadoriani ad emigrare dopo il congelamento dei loro depositi. 
 
“Gli emigranti sono stati espulsi dal salvataggio bancario, piano di Lasso”, “Lasso restituiscici i nostri risparmi”, o “Lasso uguale a salvataggio bancario, disoccupazione, miseria”, furono alcuni dei cartelli che trasportavano molti dei manifestanti. 
 
A giudizio dei protagonisti della protesta, è inconcepibile che uno dei principali responsabili dell’esodo degli ecuadoriani alla fine del XX secolo sia oggi la proposta della destra per succedere al presidente, Rafael Correa. 
 
Oltre a condannare il programma dell’ex banchiere che costituisce un piano per aiutare i ricchi e soffocare le classi  media e bassa, gli emigranti ritornati espressero appoggio totale alla candidatura di Lenin Moreno, per rappresentare la continuità ed il consolidamento della rivoluzione cittadina, diretta da Correa per più di 10 anni. 
 
La manifestazione degli emigranti ritornate si è svolta ad una settimana dall’inizio della campagna elettorale per il secondo turno dei suffragi presidenziali, che si svilupperà dal 10 al 30 marzo prossimi, prima del ballottaggio, concordato per il prossimo 2 aprile. 
 
Ig/scm 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE