giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Arrivano marines in Siria, una scalata nella guerra, dice The Washington Post

Washington, 9 mar (Prensa Latina) L'arrivo di unità del Corpo di Fanteria della Marina (USMC) degli Stati Uniti in Siria segna oggi una nuova scalata nella guerra in questa nazione araba, afferma un articolo del quotidiano The Washington Post. 

 
Questa forza fa parte dell’Undicesima Unità in Spedizione dell’USMC che si trova nella regione del Medio Oriente da vari mesi e conta con una batteria di obici ultraleggeri M-777, confermarono al giornale due ufficiali che parlarono sotto la condizione di mantenere l’anonimato. 
 
Marines sono stati trasportati via aerea da Gibuti al Kuwait e di lì a territorio siriano -senza il beneplacito del Governo di Damasco – in luoghi relativamente vicini alla città di Raqqa, bastione dell’Isis, da dove possono usare i loro sistemi di artiglieria ed elicotteri di attacco. 
 
Il W. Post stima che questo spiegamento segna una nuova scalata nella partecipazione nordamericana nella guerra in Siria e mette nel terreno più unità convenzionali terrestri, dove fino ad ora, come norma, solo c’erano varie centinaia di membri delle Forze di Operazioni Speciali (FOE) in compiti di consulta e spionaggio. 
 
L’arrivo di questi marines al teatro di operazioni esce alla luce pubblica dopo che mezzi di stampa pubblicarono dati sulla presenza di militari del 75º Reggimento di Rangers, forza élite del Pentagono, nelle vicinanze della città siriana di Manbij questo fine settimana. 
 
Questo operativo arriva nei momenti in cui l’amministrazione del presidente Donald Trump studia un piano per elevare a nuovi livelli l’aiuto ai gruppi irregolari siriani. 
 
 
Ig/rgh

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE