mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Brasile vive Giorno Nazionale di Mobilitazione contro le riforme di Temer

Brasilia, 15 mar (Prensa Latina) Brasile vivrà oggi un Giorno Nazionale di Mobilitazione e Paralisi contro le riforme lavorative e della previdenza sociale proposto dai movimenti popolari e centrali sindacali tacciano di ''governo illegittimo'' di Michel Temer.  

 
In tutto il paese si prevedono dalle prime ore della mattina manifestazioni di protesta il cui punto culminante sarà l’atto che avrà luogo di pomeriggio nella popolosa Avenida Paulista e nel quale si annunciò la partecipazione dell’ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva. 
 
Le mobilitazioni, convocate dal fronte Brasile Popolare e Popolo Senza Paura e che contano sull’appoggio delle principali centrali sindacali brasiliane, coincideranno con l’inizio di uno sciopero generale dei lavoratori dell’educazione pubblica. 
 
Lo sciopero si estende a tutti gli stati del paese e speriamo di contare sull’adesione di più di un milione di soci, anticipò il titolare della Confederazione Nazionale dei Lavoratori dell’Educazione (CNTE), Ellenico Araujo. 
 
Come dichiarò il dirigente corporativo, le 48 entità affiliate al CNTE approvarono la convocazione allo sciopero generale, inizialmente prevista per 10 giorni, ma che potrebbe estendersi. 
 
L’obiettivo di questo ed altre azioni di protesta -rimarcò – è fermare la riforma della previdenza sociale ed evitare così una grave retrocessione. 
 
La Proposta di Emendamento Costituzionale (PEC) 287/2016 inviata per Temer al Congresso nel dicembre passato stabilisce, tra gli altri aspetti, che tanti uomini come donne e lavoratori urbani o rurali potranno ritirarsi solo dopo avere compiuto 65 anni di età ed avere 25 anni di contribuzione. 
 
Ig/mpm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE