venerdì 19 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cancelliere iraniano qualifica Israele come la maggiore minaccia nucleare del mondo

Beirut, 16 mar (Prensa Latina) Il cancelliere dell'Iran, Mohammad Javad Zarif, considerò oggi Israele come la maggiore minaccia nucleare per il Medio Oriente e per il mondo, e denunciò che insieme all'Arabia Saudita cercò di ostacolare l'accordo atomico del 2015. 

 
Tel Aviv e Riad fecero quanto poterono per far fallire la firma del patto nucleare “e posteriormente continuano ad ostacolare la sua esecuzione”, affermò Zarif in un’intervista concessa al canale pan-arabe Al-Mayadeen che sarà trasmesso integramente questa notte.   
Il Piano di Azione Congiunta Integrale (PACI), si firmò il 14 luglio 2015 a Vienna tra la repubblica islamica ed il Gruppo 5+1, formato dalle cinque potenze membri permanenti del Consiglio di Sicurezza dell’ONU più Germania. 
 
Durante le sue dichiarazioni al canale televisivo con sede a Beirut, il capo della diplomazia persiana affermò in modo categorico che “l’Israele è la maggiore minaccia nucleare tanto per la regione come per il mondo”, nonostante conti sull’appoggio degli Stati Uniti e di Occidente. 
 
Rispetto alle misure internazionali imposte contro Teheran per il suo programma atomico e che furono tolte in gennaio del 2016 dopo entrare in vigore il PACI, Zarif segnalò che Washington “comprenderà che le sanzioni non saranno utili e che l’esecuzione dell’accordo nucleare è l’alternativa ideale”. 
 
Inoltre, il ministro di Relazioni Estere si riferì ai vincoli dell’Iran con Turchia, una nazione europea che descrisse come un “vicino importante” col quale esiste un nesso di amicizia. 
 
Descrisse Turchia come un “fattore principale ed attivo nella regione”, ma nonostante -puntualizzò – “deve ostacolare il finanziamento delle organizzazioni terroriste e la somministrazione di armi ed approvvigionamenti a questi gruppi”. 
 
Ig/ucl

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE