venerdì 19 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Più di 100 minorenni scomparsi dalla casa di accoglienza statale in Guatemala

Guatemala, 28 mar (Prensa Latina) Circa 106 minorenni del rifugio statale Vergine dell'Assunzione rimangono scomparsi oggi, 20 giorni dopo l'incendio in questo luogo, che causò 41 morti. 

 
Mentre la Segreteria del Benessere Sociale (SBS) e la Procura Generale della Nazione (PGN) qualificano queste scomparse come casi di fuga dal processo da parte dell’infanzia sotto attenzione dello Stato, varie investigazioni decretano l’incidenza di una rete di tratta di persone nella casa di accoglienza di San Josè Pinula. 
 
“Famiglie, vittime ed altri ritrovamenti appoggiano forti sospetti che nella Vergine dell’Assunzione potrebbe esistere una rete di tratta di persone nelle modalità di sfruttamento sessuale e reclutamento forzoso attraverso la distribuzione di droga”, afferma la giornalista Mariela Castañon, del quotidiano La Hora. 
 
Dopo multiple investigazioni nel luogo, negli ultimi due anni, la giovane professionale si dispiacque che solo a partire da quanto accaduto l’8 marzo e dalle critiche che ciò ha provocato “lo Stato getta adesso la sua attenzione su un problema che non ha voluto vedere prima”. 
 
Assicura che in 15 mesi l’Unità Operativa del Sistema di Allerta Alba-Keneth ha denunciato la scomparsa di 178 minorenni dal centro di accoglienza, amministrato dalla SBS, e che 100 di questi erano bambine dai 12 ai 17 anni e 78 bambini dai 9 ai 17. 
 
“Ancora oggi non sappiamo dove sono finiti i minorenni scomparsi”, manifestò e criticò aspramente che nessuno di questi casi sia mai stato investigato dalle autorità”.  
 
Secondo Castañon, si sa che alcuni dei ragazzi di questa lista convissero o convivono nel Parco Centrale di Città del Guatemala con persone tossicodipendenti, o dormono in un sottopassaggio, mentre di alcuni non si sa nulla. 
 
In parallelo, voci della società civile reiterarono le denunce intorno a quello che lì succedeva da tempo ed i sopravvissuti della tragedia lo confermarono: da maltrattamenti fisici, psicologici, torture, fino a violazioni sessuali ed uso dei minorenni per la prostituzione fuori dal recinto.  
 
Ig/ism 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE