giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La destra cerca di fare un golpe in Venezuela, afferma sindaco socialista

Caracas, 4 apr (Prensa Latina) Il sindaco del municipio Libertador, di questa capitale, denunciò che l'opposizione venezuelana con l'appoggio della destra internazionale, riprese negli ultimi mesi azioni con le quali pretende di portare a termine un golpe soffice contro Venezuela. 

 
Durante la trasmissione ieri sera del programma La Politica sul Divano che trasmette Venezuelana di Televisione, Rodriguez assicurò che il tentativo di approvare in forma illegale un documento interventista contro Venezuela nell’Organizzazione degli Stati Americani (OSA), è una dimostrazione dei nuovi piani della destra internazionale. 
 
“Prima erano golpe brutali, invasioni e bombardamenti, ora sono golpe soffici che per questo motivo non smettono di essere molto pericolosi, molto crudeli e non smettono di essere distruttori dei sogni del popolo e delle vite umane”. 
 
Inoltre, il dirigente del Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV) precisò che la destra venezuelana ricorre alle cinque tattiche dei golpi soffici, teoria del politico Gene Sharp, che espone nelle sue pubblicazioni più di 100 forme “non violente” per abbattere un governo, attraverso mezzi non convenzionali. 
 
“In primo luogo, aziona non violente per generare malessere, (…) la guerra economica, la fila nei supermercati, tutto il processo per accaparrare gli alimenti che abbiamo avuto per due anni 2015, 2016, la guerra del pane che fallì coi CLAP (Comitati Locali di Fornitura e Produzione), tutto questo processo di nascondere gli alimenti del popolo”, spiegò. 
 
“In secondo luogo -aggiunse il sindaco socialista -, la destra cerca appoggio di supposte Organizzazioni Non Governative (ONG) finanziate dal Dipartimento di Stato nordamericano, per creare una campagna mediatica di discredito contro la nazione e denunciare false violazioni dei diritti umani”. 
 
“Dopo, cercano di violentare le strade per lottare per un supposto recupero di libertà”. “Quello che succede è che non hanno potuto (…) ogni volta hanno meno gente”, disse. 
 
“Questi settori spingono azioni sulle strade violente, per mantenere un ambiente di ingovernabilità e con ciò materializzare la quinta tappa che sarebbe letteralmente un golpe di Stato”. 
 
“Questo è quello che abbiamo visto nelle ultime settimane”, disse Rodriguez che segnalò che “la destra attiverà piani violenti, davanti ai quali il popolo deve mantenersi mobilitato con coscienza”, allertò. 
 
“Stiamo notando una profonda disperazione nella destra venezuelana ed anche nella destra mondiale”, ha concluso il dirigente bolivariano. 
 
Ig/mfm 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE